martedì 10 marzo 2015

Il PalaFiera di Forlì sede della Final Four promozione

Riprendo il lancio di Sportando (qui) che dà conto della scelta della sede per la Final Four promozione di fine anno. E' Forlì, più volte palcoscenico della Mens Sana, col PalaFiera sede più volte delle finali di Coppa Italia, consecutivamente le sei Final Eight dal 2001 al 2006: tra queste, quella dall'esito amaro ma dalla dolcezza della storia sfiorata nel 2002, la finale persa solo al supplementare contro quell'incredibile Virtus Bologna. Parlare della sede è l'occasione per ricordare la formula.

Le prime otto classificate di ognuno dei quattro gironi di Serie B accedono ai playoff. Senza ipocrisie, la Mens Sana ha ipotecato la possibilità di arrivarci con la testa di serie numero uno grazie alla doppietta Cecina-Valsesia, che vuol dire affrontare sempre col vantaggio del fattore campo un tabellone con quarti di finale al meglio delle tre partite (passa chi ne vince due; le date: 26 e 30 aprile, 3 maggio; in casa gara-1 e gara-3) e semifinali e finale al meglio delle cinque (passa chi ne vince tre; le date: 10, 12, 15, 17, 20 maggio e poi 28, 30 maggio, 2, 4, 7 giugno; in casa gara-1, gara-2 e gara-5).

Vincere il tabellone playoff, superando avversarie affrontate tutto l'anno (la Mens Sana può ragionevolmente già individuare le più agguerrite concorrenti tra Cecina e Valsesia, ma anche Varese e Livorno come possibili ostacoli in semifinale) è necessario ma non sufficiente per il salto di categoria. Le vincenti dei tabelloni playoff di ognuno dei quattro gironi si troveranno contro squadre mai sfidate (perché provenienti dagli altri gironi) per una Final Four che metterà in palio le tre promozioni disponibili.

La Final Four promozione, per cui è stata decisa la sede di Forlì, si giocherà il 12 e il 13 giugno. L'anno scorso fu a Cervia.  Praticamente saranno promosse tutte tranne la squadra che perderà la semifinale e la finalina di quel concentramento. Resta l'idea di roulette russa, col timore di pescare la pagliuzza più corta e sbagliare partita proprio nel momento della stagione in cui ci si gioca tutto (se ne parla da inizio anno), stimolando viceversa la necessità di farsi trovare pronti a ogni evenienza.

L'anno scorso anche la quarta (Latina) fu promossa per forfait di altri club, ma per quest'anno è annunciato il blocco dei ripescaggi. Lo scopo è far arrivare a compimento prima possibile la progettata riforma dei campionati di cui si parla adesso, arrivando a ridurre la A2 da 32 a 24 squadre non con l'aumento delle retrocessioni ma per "selezione naturale", evitando di riparare alle defezioni coi ripescaggi.

A un certo punto nel rimettere mani alla A2 pareva farsi strada l'ipotesi di promuovere tutte e quattro le vincitrici dei gironi, non solo tre, poi il colpo di mano del cambio di regole in corsa è saltato (qui) e - in teoria  - non ci saranno ripescaggi. Vabbè, diciamo che con la settimana di sosta del campionato è stato facile farsi prendere dalle chiacchiere, perché prima a quella Final Four c'è da arrivarci.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (34) Anichini (38) Asciano (3) associazione (51) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (8) Coldebella (2) Colle (3) Comune (10) consorzio (65) Costone (2) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (36) giovanili (28) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (34) Macchi (7) Mandriani (10) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (93) mercato (79) Minucci (26) Moretti (3) Nba (2) pagelle (1) personaggi (8) Pianigiani (4) Poggibonsi (3) Polisportiva (40) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (36) Serie A (3) Sguerri (10) società (42) sponsor (25) statistiche (100) sul campo (445) Tafani (11) tecnica (1) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Virtus (9) Viviani (3)