lunedì 15 ottobre 2018

Basket City: Virtus quanto è tosta la B. Il cuore (del Treccia) non basta. In C Magic Colle

Niente da fare. Anche la seconda stagionale della Virtus ha condannato i rossoblù a un pesante ko, questa volta esterno: 84-72 ad Alba, con i piemontesi bravi a indirizzare sin da subito la partita a loro favore con un netto parziale di 19-1 nei primi 5 minuti. Poco altro da dire per i ragazzi di coach Tozzi, orfani tra l’altro di una pedina fondamentale come Alessandro Nepi e con altri elementi  non al meglio dal punto di vista fisico. La Serie B si sta dimostrando una categoria tosta, tostissima, per una Sovrana andata a sbattere violentemente con l’impatto fisico, mentale e tecnico del nuovo campionato.


IL GIOCATORE

Come contro San Miniato, siamo a cercare un messaggio che dia maggiore speranza alle V senesi. O perlomeno un segnale lanciato alla squadra da qualcuno dei componenti del roster. Tra i migliori – se si guarda allo scout finale – un senatore e un nuovo: rispettivamente Gerlando Imbrò, 19 punti, e Alessandro Pucci, 13. Insieme a loro, ed è il nostro migliore della settimana, Federico Bianchi (per tutti “il Treccia”), il capitano della Virtus e da 7 stagioni consecutive ormai con la canotta rossoblù.

Classe 1990, prodotto delle giovanili della Mens Sana ma con 3 stagioni in prestito in Via Vivaldi prima delle esperienze con Colle, Passignano e Domodossola, Federico Bianchi ne ha viste e vissute di tutti i colori in maglia Virtus: per lui è una seconda pelle. Forse è anche per questo che ad Alba, in un momento di grandissima difficoltà, è stato lui a dare una scossa alla partita, uscendo molto bene dalla panchina e cercando di trascinarsi dietro tutta la squadra. Il Treccia ha dimostrato per l’ennesima volta (non che ce ne fosse bisogno) di avere un vero cuore di capitano. Serve però altro, da parte sua come e da parte di tutti i suoi compagni.

Ad Alba troppi errori dal punto di vista tecnico e svariati passaggi a vuoto, soprattutto a inizio gara. Nella restante parte della partita la Virtus poi è andata a fiammate, anche per merito dell’orgoglio messo in campo da Federico Bianchi come dagli altri virtussini. In Serie B, però, non può e non deve bastare. C’è da lavorare, e molto, per invertire la tendenza.


IL TEMA

Vietato abbattersi. La parola d’ordine è questa. Anche perché nell’orizzonte virtussino c’è una nuova trasferta, questa volta a Borgosesia, contro un altro avversario sulla carta alla portata. Si giocherà mercoledì 24 ottobre, visto che la partita casalinga contro una delle corrazzate del campionato, la Fiorentina, è stata rinviata al 7 novembre per via della contemporaneità con il Palio straordinario del 20 ottobre. Tempo per buttare giù il boccone amaro di queste due prime giornate c’è. Tempo per lavorare pure.

Cercando magari di recuperare anche Nepi (un taglio al sopracciglio lo ha tenuto fuori dalla contesa in Piemonte) e vedere di avere alcuni elementi in una condizione fisica migliore: leggasi Simeoli, reduce da una tonsillite. Diverso il discorso per i vari Guilavogui, Ndour e Baldinotti, in Piemonte tutti e 3 ‘NE’: i giovanissimi non sono stati rischiati da coach Tozzi più per scelta tecnica che altro. Ma non perché non meritassero, bensì per preservarli e buttarli nella mischia in partite che non siano già segnate dall’inizio, come avvenuto con San Miniato e Alba. Dei loro minuti e del loro apporto ci sarà grande bisogno, anche per questo la società ha investito su di loro. Avere un roster pronto dal punto di vista mentale (oltre che fisico) è fondamentale per cercare di invertire la rotta.


LA SQUADRA DELLA SETTIMANA

Due su due per le senesi nel campionato di Serie C Silver con il Costone che ha fatto il colpaccio esterno in casa di Carrara e Colle che si conferma matricola terribile del torneo. Questa settimana Basket City estende i suoi confini in Val d’Elsa dove Colle sta vivendo veramente un bel sogno: dopo la promozione dell’anno scorso, due vittorie nelle prime due giornate di campionato rappresentano un biglietto da visita notevolissimo per la squadra di coach Mario Pacini. Nello specifico, alla seconda giornata, superata in casa l’Oti Alberto Galli di San Giovanni con un netto 64-56.

Al netto della partita coi valdarnesi, in cui non è mancato proprio niente a livello agonistico, quello che fa ben sperare la piazza colligiana è la cultura e l’etica del lavoro della squadra. Gruppo giovane, ampiamente confermato dopo la promozione della passata stagione, Colle punta a una salvezza tranquilla cercando al tempo stesso di valorizzare i componenti del roster confermandosi, al tempo stesso, in un nuovo campionato pieno di avversità e insidie. Senza considerare gli innesti dalle giovanili, è uno il volto nuovo: Nemanja Misljenovic, la passata stagione nell’Under 18 della Mens Sana giunta alle finali nazionali. Stiamo parlando pertanto di un altro elemento da far crescere e che, di fatto, muove i suoi primi passi in ambito seniores. Tra i volti noti il senese Andrea Sprugnoli, oltre che i vari Nisticò, Noviello e De Giuli. Elementi validissimi attesi però alla consacrazione in una categoria superiore.

A coach Mario Pacini il compito di proseguire su questa rotta, sulla scia di quanto già fatto da un anno a questa parte, forti anche della consapevolezza che, in Serie, C una partenza positiva era importantissima, se non fondamentale. «Il buon giorno si vede dal mattino», recita il detto. Scaramanticamente non aggiungiamo altro. Buon lavoro al Colle Basket.


Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (11) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (34) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (73) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (90) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)