martedì 10 ottobre 2017

Panico da zero a dieci: le percentuali, gli spartani, gli abbonamenti, le infografiche

La vera forza di uno spartano è lo sgabello:

10 14-2. Il parziale all'interno dell'ultimo quarto, decisivo per chiudere definitivamente la partita e spezzare la resistenza di Agrigento. In una partita chiusa con oltre cento punti è interessante sottolineare come alla fine la partita sia stata vinta sull’altro lato del campo, del resto, ‘offense sell tickets, defense wins games’.
  
9 Percentuali. Tragiche contro Casale. Trascendentali contro Agrigento. Il primo quarto da questo punto di vista è stato particolarmente indicativo, con sia Ebanks che Turner in versione “Dai ragazzi, state attenti e prendete appunti che vi spieghiamo due cose sul basket”.

8 Spartani. Agli eroi di Siena TV, che si sono fatti tutta la diretta in condizioni tragicomiche data la totale mancanza di sedie atte a una telecronaca. L’immagine di Sandro Bonelli che mi guarda affranto alzando le braccia perché costretto a starmi in piedi davanti per tutta la partita, e a impallare suo malgrado chi era in tribuna stampa, è assimilabile a quella di un moderno Leonida alla Termopili.
No pasaràn!
7 Abbonamenti. 1139 abbonamenti effettivi che diventano 1469 con quelli omaggio. È un dato buono, punto. Chi si aspettava cifre roboanti semplicemente vive in un universo che non è quello reale. La Mens Sana viene da due annate oneste ma non esaltanti, l’ultimo dato veramente eccellente degli abbonamenti era quello del primo anno in Serie B, che però era figlio di significati irripetibili. Ripartire da qui, costruire qualcosa di solido, di buono, costruire un interesse e un entusiasmo che parta dal campo e vada oltre. È lì che si vince la battaglia, ma ci vuole tempo e pazienza. Pensare di avere tutto e subito è utopia.

6 Gruppo. In crescita dopo una prova a Casale che aveva sollevato alcuni dubbi, specialmente in reazioni che non erano mai arrivate. Agrigento ha provato a rientrare varie volte e tutte le volte è stata ricacciata indietro. Ci sono state indicazioni in campo, prove tecniche di gerarchie, bei segnali probabilmente frutto di quella che anche Griccioli ha indicato come la migliore settimana di allenamenti da quando questa squadra ha mosso i primi passi.

5 Cinismo. È quello che contraddistingue le grandi squadre: la capacità di chiudere le partite senza lasciare speranze agli avversari. È ciò che questa squadra ha dimostrato di non avere ancora sviluppato appieno. Purtroppo non è una caratteristica che si può propriamente ‘allenare’, solo il tempo potrà dirci qualcosa di più significativo al riguardo.

4 Fondamentale. Quello che è mancato e che ha giustamente rimarcato Griccioli in sala stampa. Si parla della difesa uno contro uno che troppo spesso domenica è sembrata ballerina. Anche qui, poco da allenare, molto di cui parlare, proprio perché si tratta di qualcosa di cui tutti in squadra sono in grado di mettere in campo. L’altro lato della medaglia è che invece le rotazioni hanno funzionato molto meglio rispetto alle ultime uscite.

3 Agrigento. Brutta. Davvero brutta. Non sembrava nemmeno una squadra di Ciani, perlomeno non ancora. Certo merito va anche alla prova della Mens Sana, che comunque per caratteristiche sarà un brutto cliente per chiunque. Però ecco, tanto su cui lavorare per lo staff della Moncada…

2 Start. Per la delusione. L’ho cercato disperatamente in tutti i negozi perché la pubblicità mi aveva davvero convinto. Non l’ho trovato.

Nemmeno da Brico
Avvertenza: Per facilitare la fruizione dei voti dall'uno allo zero abbiamo fornito un'infografica con attivatori di attenzione appositi. Per i dettagli basta cliccare sull'immagine per ingrandirla e seguire lo sguardo del 'Bagatta sornione'.

1 Panchina. Qualcuno ha capito perché i cartelloni pubblicitari davanti alla panchina si sono ristretti all'improvviso lasciandola mezza scoperta? È per puntare sull'effetto vedo-non vedo?

Come osserva il Presidente nessuno mai
0 Parquet. In condizioni sempre più tragiche ormai da troppo tempo. La situazione è questa da qualche anno (probabilmente dovuta ad adesivi rimossi), ma presentarsi davanti al mondo in simili condizioni non è affatto bello. La speranza è che dallo sponsor Start arrivino risorse per risolvere il problema.



***

Leggi anche: 

"Bad Boys", la Mens Sana secondo Griccioli

La prima vittoria della stagione della Mens Sana

Ebanks: chi vuoi accanto?

Il sistema di gioco della Mens Sana

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (34) Anichini (38) Asciano (3) associazione (51) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (8) Coldebella (2) Colle (3) Comune (10) consorzio (65) Costone (2) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (36) giovanili (28) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (34) Macchi (7) Mandriani (10) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (93) mercato (78) Minucci (26) Moretti (3) Nba (2) pagelle (1) personaggi (8) Pianigiani (4) Poggibonsi (3) Polisportiva (40) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (36) Serie A (3) Sguerri (10) società (41) sponsor (25) statistiche (100) sul campo (444) Tafani (11) tecnica (1) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Virtus (9) Viviani (3)