domenica 21 novembre 2021

Quattro su quattro: la Virtus in trasferta sa già come finisce (spoiler: male)

La Virtus continua a soffrire di mal di trasferta e anche la partita in casa di Agliana non fa eccezione in tal senso. Rossoblù battuti 83-71 al termine di una partita che ha riproposto il solito trend degli alti incontri giocati lontano da Siena, dove spesso la Virtus è stata costretta a rincorrere gli avversari, proprio come successo in terra pistoiese. E così è arrivata la quarta sconfitta in altrettanti match fuori casa.

IL MOMENTO DECISIVO
Nonostante le assenze, che si fanno sentire, e malgrado una serata nata storta, la Virtus è riuscita comunque a rimettere in piedi la partita riportandosi a contatto con Agliana nell’ultimo quarto. Il distacco minimo è pero arrivato al limite dei 3 punti nel quarto quarto di gioco, quando i canestri di Nepi e Lenardon avevano messo un bel po’ di paura ai padroni di casa. Ma lì si è fatta sentire la fatica e sono bastati un paio di errori, subito puniti, a far riprendere il largo ad Agliana. Decisivo in più di un’occasione, soprattutto quando c’è stato da far valere chili e centimetri negli istanti finali dell’incontro, anche il grande ex Frenci Zeneli. In doppia cifra per i rossoblù Bruno (22), Nepi (11), Olleia (11) e Bartoletti (10).

LA CHIAVE
Necessariamente tutto questo altalenarsi di risultati non può far piacere alla squadra di coach Spinello a cui, lontano dal PalaPerucatti, sembra sempre mancare qualcosa dal punto di vista della convinzione per poter cercare di fare risultato. Ci affidiamo pertanto a ciò che dicemmo già due settimane fa: nuovamente la cosa positiva è che tra 7 giorni la Virtus torna a giocare a Siena, questa volta contro il Don Bosco, fanalino di coda del campionato. Un impegno sulla carta facile per riprendere confidenza e cercare di rilanciarsi anche ottica classifica. Dietro Montecatini e Montecatini Valdinievole a 14, c'è un treno di tre squadre a 10 e la Virtus è tra le cinque a quota 8: adesso, in tutto questo saliscendi di risultati, l’esigenza di non perdere contatto dalle prime inizia a farsi sentire.

Andrea Frullanti

 

***

Leggi anche:  
 
 
 
 

 
 
 
 


 
 



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (69) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (22) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (15) Coldebella (2) Colle (38) Comune (23) consorzio (70) Costone (68) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (2) Fortitudo (1) Frullanti (150) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (6) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (58) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (95) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (84) sponsor (28) statistiche (105) storia (59) sul campo (631) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (110) titoli (21) trasferte (22) Virtus (101) Viviani (3)