venerdì 3 luglio 2015

Settore giovanile, il cambio di passo

Le prime ufficializzazioni della nuova stagione della Mens Sana arriveranno dopo il Palio, ma non sono quelle attese sulla prima squadra. Riguardano un'altra novità, annunciata da tempo, ma molto molto importante, tra le priorità di una stagione a cui si chiede di consolidarsi come struttura, come radicamento, come scuola di basket: la scelta di Michele Catalani come nuovo responsabile del settore giovanile della Mens Sana. Cosa cambia?

Michele Catalani torna alla Mens Sana dopo un'annata alla Stella Azzurra, una struttura in cui si è tolto soddisfazioni importanti sul piano dei risultati, ma non un'annata facile. E' tornato dodici mesi dopo aver lasciato Siena in un contesto non sereno in cui era stato messo all'indice da tanti fautori o sostenitori della ripartenza, con l'accusa di voler portar via i giovani alla nuova Mens Sana. Ci saranno stati dei chiarimenti, se si è deciso di tornare insieme, e altri probabilmente saranno necessari. Un anno dopo, Catalani torna col suo patrimonio di competenza, capacità e relazioni.

Solo per capire il contesto, un anno fa il settore giovanile fu una delle prime cose da cui si ripartì. Forse per imperizia, forse perché i presupposti erano sbagliati, forse per la fretta di chi era al primo passo di ricostruzione (da capo) di un'intera società funzionante, si sono fatti errori che poi si sono pagati lungo tutto l'anno. Tra le tante, una delle lamentele più gettonate era sul modo in cui sono stati seguiti i ragazzi, che è alla base della mentalità che si trasmette, che è alla base della cultura di basket che si crea. Regole, serietà, organizzazione, metodo: l'asticella delle aspettative era troppo alta, sbagliato aspettarsi ancora un settore giovanile di vertice, ma la risposta è stata tale da imporre comunque un cambiamento.

Secondo quanto risulta, Duccio Carapelli, nuovo consigliere della neonata Mens Sana Basket 1871 con specifiche competenze sulle giovanili, ha avuto un ruolo di analisi e di sintesi centrale in questo cambio di direzione culminato col ritorno di Catalani, che da tempo si era incontrato Leonardo Tafani. L'obiettivo è un graduale ritorno nel giro delle finali nazionali, per innescare un circolo virtuoso anche per tornare attrattivi. L'orizzonte non può essere il reclutamento di prima fascia, ma per quello di seconda non è tardi muoversi adesso.

Una novità è il ritorno della foresteria, da otto posti. Forse ha più senso arrivare gradualmente a sfruttarli tutti, magari entro l'anno prossimo, partendo quest'anno con qualche ragazzo in meno. Ma magari Catalani ha già per le mani prospetti interessanti che fanno saltare questo argomento. Il costo sarà partecipato in quota corposa dallo sponsor Conad, che punta sulle giovanili ancor più che sulla prima squadra nel suo investimento nella Mens Sana.

Catalani naturalmente allenerà anche (a rigor di logica le annate di punta), e allenerà anche il responsabile della foresteria che dovrà arrivare, e con qualche conferma dei tecnici dell'anno scorso dovrebbe bastare per un panorama di sei squadre, sicuramente basta per un progetto al primo anno. Il capitolo allenatori è ineludibile se lo scopo vuole essere quello di tornare a concepire una scuola di basket mensanina.

Tanto più centrali dal momento in cui si è capito che giovanili e prima squadra sarebbero dovuti andare per regolamento sotto la stessa società (e non due distinte), sono da studiare anche le eventuali dinamiche di un coordinamento tecnico tra vivaio e A2: non solo perché la prima squadra potrebbe attingere dalle giovanili un paio di giocatori (tra cui il probabile rientrante Bucarelli) ma proprio nell'ottica di un linguaggio tecnico comune da implementare attraverso figure di raccordo. Se il discorso si sposta, come sembra, sulla qualità del lavoro, allora sì che si fa interessante.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (21) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (12) città (12) Coldebella (2) Colle (25) Comune (18) consorzio (69) Costone (31) Costone femminile (6) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (89) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (18) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (48) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (534) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (42) Viviani (3)