lunedì 27 luglio 2015

Fare cose, vedere gente: il calendario 2015/16

Latina is the new Piombino. Nel senso che Latina è l'avversaria con cui la Mens Sana aprirà la sua nuova esperienza in A2. Ma stavolta l'epica non tramanderà esodi di massa in improbabili tensostrutture: la stagione regolare si apre a Siena, il 4 ottobre. E si chiude a Siena, il 23 aprile contro Biella, per cominciare a parlare di piazze già affrontate, anche di recente. Carrellata sul calendario della nuova stagione appena diramato: è tempo di cominciare a cerchiare qualche data in rosso.

DEJA-VU - Si ritrova Scafati, dove si va già alla seconda giornata, prima trasferta del campionato l'11 novembre al PalaMangano. Si ritrova Casale, alla terza giornata: avversaria recente, quando in panchina aveva Crespi (prima dell'addio). Si ritrova Trapani, avversaria diretta nelle stagioni delle salite e delle discese ormai più di venti anni fa, alla quinta giornata. Si ritrova Reggio Calabria, alla sesta. Si ritrova Agropoli, alla decima (è di oggi la notizia che la Corte Federale ha rigettato il ricorso di Napoli per l'esclusione). Si ritrova Rieti, altra fiera avversaria di tempi gloriosi indirettamente incrociata già a Forlì. Si ritrova appunto Biella all'ultima giornata, e anche per Ramagli non sarà una trasferta normale (ma non è la prima volta che ci torna).

VOLTI NOTI - Soprattutto si ritrova Roma. Un avversario ben identificabile e identificato come il patron Claudio Toti, il cui rapporto con la gente di Siena è sempre stato particolare. Il 6 dicembre la trasferta in quel PalaTiziano in cui la Mens Sana aveva vinto l'ultimo scudetto: e pensare che due anni fa era la finale... Il 20 marzo, quintultima giornata e quindi in un momento torrido in cui tutti giocheranno per un obiettivo, il ritorno (anche di Toti?) a Siena. E poi ci sono i volti amici. Come quello di Alessandro Magro: si va nella sua nuova casa, Omegna (che gioca a Verbania), alla settima giornata, l'11 novembre; tornerà lui, da particolarissimo avversario, da riabbracciare, il 17 febbraio. Curiosamente, sia all'andata che al ritorno, in due dei tre turni infrasettimanali. Il terzo sarà la Befana a Latina, alla prima di ritorno.

CONTEMPORANEE - Il calendario è stato compilato anche tenendo conto dell'alternanza col volley. Hanno aiutato doppie trasferte, doppie partite in casa, turni casalinghi, pause del campionato. E però un paio di contemporanee non si è riusciti a evitarle, probabilmente perché dopo aver fatto il possibile all'andata è proibitivo riuscire a evitare incastri anche al ritorno. La prima è il 17 gennaio: Mens Sana-Scafati e Emma Villas-Vibo Valentia. La seconda è proprio il 20 marzo: Mens Sana-Roma e Emma Villas-Mondovì. Non è un problema, non sarà un problema, c'è tempo per risolvere il problema. Solo l'annotazione del sicuro spostamento dell'una o dell'altra. Nel primo caso la Mens Sana verrà dalla sosta del campionato per l'All Star Game.

CASA/TRASFERTA - Replicare il buffo (a posteriori diciamo "buffo") calendario dell'anno scorso in Serie B era impossibile. Paragoni fuori luogo. Resta in parte comunque il tratto comune di una stagione prevalentemente in trasferta all'inizio e prevalentemente in casa alla fine. Che vuol dire non tanto prepararsi a trovarsi con una classifica difficile a un certo punto, ma sottolinea l'importanza di partire al meglio per evitare che succeda (anche se ci sono motivi tecnici per cui non sarà facile). I numeri: nelle prime 16 giornate ci sono 9 trasferte, nelle ultime 14 giornate ci sono 8 partite in casa (e 6 fuori). Gestibile, gestibilissimo, ma un po' peserà, soprattutto per una squadra che punta a costruire in buona parte la propria classifica tra le mura amiche.

LA LOGISTICA - Due trasferte di fila capiteranno due volte: tra quarta e quinta giornata (Barcellona e Trapani) e al giro di boa (a Biella e Latina). Due di fila in casa una sola volta: il ritorno di quarta e quinta giornata. Entro novembre, ovvero nel giro delle prime cinque trasferte, la Mens Sana si sarà già messa alle spalle le tre trasferte siciliane. Da lì in poi la più lunga resta il San Valentino a Reggio Calabria. Le ultime due trasferte saranno a Rieti e Ferentino, le più corte dell'anno (insieme a Roma). Giusto per ribadire che l'inizio obbliga a stringere i denti, e il modo in cui lo si vivrà orienterà la stagione (vedi l'anno scorso), poi il finale è tutto da sfruttare a proprio favore. Poi si comincerà a parlare anche di basket, e di valori tecnici.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (10) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (84) giovanili (36) Grandi (6) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (102) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (46) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (5) sul campo (526) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (97) titoli (21) trasferte (22) Virtus (41) Viviani (3)