mercoledì 21 marzo 2018

St.Sal.Stats: Strength of schedule, chi ha il percorso più facile nella volata finale

“Diamo i numeri, che se dai le notizie ci si arrabbia”

A cinque giornate dalla fine la classifica del girone Ovest offre quel migliaio di scenari diversi ancora impossibili da decifrare nel dettaglio. Prendiamo le otto squadre posizionate fra quota 26 (Trapani) e quota 20 (Eurobasket): pur considerando i siciliani non coinvolti nella lotta per evitare la quattordicesima posizione e i capitolini in quella per i due posti playoff (ma mai dire mai, finché la palla ruzzola sul ferro), questo drappello di formazioni è in lizza per settima e ottava piazza, ma anche per non finire nei playout. Quali sono gli scenari?
  
Premessa: ad oggi non abbiamo elementi per sapere come finirà l’affaire Reggio Calabria, attualmente sesta con 28 punti, la cui iscrizione è nel mirino della Procura federale. Nell’ipotesi più negativa per la Viola, i posti playoff a disposizione potrebbero essere tre. Ma ragioniamo sul fatto che ce ne siano due.

La strength of schedule (per dirla alla maniera del nuovo Chief Officer Marketing, letteralmente la "forza del calendario") è quel calcolo che in Nba si fa per stabilire quanto sia difficile il livello di partite che restano da affrontare. Lì calcolano la percentuale di vittorie, qui si contano i punti, la sostanza non cambia: più è alto il valore, più è difficile il calendario. Qual è la strength of schedule delle otto compagini in lizza per i due posti da conquistare e per quello da evitare?

Andiamo per ordine, dal calendario sulla carta migliore a quello peggiore
Rieti (104) - Numeri alla mano, il cammino più agevole. Ha il jolly Napoli (6), Siena (22) e Eurobasket (20) in casa, va a Cagliari (24) e sul campo di Legnano (32). In termini di strength of schedule di meglio non c'è. Posizione: ottava con 24 punti. Scontro diretto: 0-1

Agrigento (112) - Anche qui siamo messi abbastanza bene: tre partite in casa con il derby siciliano, Napoli (la cui presenza chiaramente abbassa il totale) e Reggio Calabria, la non agevole trasferta a Legnano e Eurobasket all'ultima. Posizione: ottava con 24 punti. Scontro diretto: 2-0

Eurobasket (114) - Il calendario più omogeneo: tre delle quattro squadre che ora sono a quota 24, Trapani e il derbyssimo con la Virtus. Nessun avversario con trenta o più punti in classifica. Ci sta di tutto. Posizione: tredicesima con 20 punti. Scontro diretto: 1-1 e +6

Trapani (120) - Con Cagliari, è la sola squadra che deve affrontare due sole partite in casa. Ma i due punti in più rischiano di pesare nell’economia di questa bagarre. Posizione: settima con 26 punti. Scontro diretto: 1-1 e +4

Latina (130) - Gli stessi 'punti' della Mens Sana da affrontare. Però nei prossimi due turni ha la capolista Casale e la trasferta di Tortona, roba che potrebbe tenere i nerazzurri fermi a quota 24 per un paio di settimane. Da lì il calendario è in discesa, anche per la presenza della Virtus all’ultima. Posizione: ottava con 24 punti. Scontro diretto: 1-1 e +4

Soundreef Mens Sana (130) - Tortona e Legnano, entrambe però al Palaestra, alzano il coefficiente di difficoltà. Le due trasferte laziali potrebbero essere la chiave del finale di stagione. Oltre non va detto.

Treviglio (132) - Aggiungendo il recupero a Napoli la somma arriva a 138, ma i punti in classifica potrebbero essere 22. Detto questo, il resto del calendario, a parte la Virtus in casa, non è certo di prima fascia per tenerezza. Posizione: tredicesima con 20 punti (e una partita da recuperare). Scontro diretto: 1-1 e +17

Cagliari (138) - Beh, Casale e Tortona, entrambe in trasferta, non sono garanzia di sfangarla facilmente. Se anche a Eurobasket dovesse andare male, restano Rieti e Trapani in casa per muovere la classifica e sperare in qualcosa di importante. Posizione: ottava con 24 punti. Scontro diretto: 1-1 e -4

***Reggio Calabria (98) - Nel calendario della Viola ci sono solo squadre posizionate dietro in graduatoria, tra cui anche l’ormai retrocessa Napoli. Senza i già citati problemi con la giustizia sportiva, un posto tra le prime otto non sembrerebbe veramente in discussione.

E quindi? Con cinque vittorie si va ai playoff, non si accettano repliche. Con cinque sconfitte si fanno i playout (a meno che…). Tolti i casi limite, il futuro biancoverde ruota attorno alle due sfide in trasferta, soprattutto a quella di Rieti. Evitare quello che sarebbe l’unico 0-2 nei confronti diretti potrebbe essere una chiave importante per regolare un eventuale arrivo in gruppo, eventualità tutt’altro che remota.


        
***    
    

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (21) Anichini (27) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (14) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (17) giovanili (19) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (32) Macchi (3) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (75) Minucci (25) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (25) Serie A (3) società (32) sponsor (25) statistiche (90) sul campo (390) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)