domenica 26 novembre 2017

St.Sal.Stats: Turner vs Roberts, no contest

"Le sole statistiche di cui ci possiamo fidare sono quelle che abbiamo falsificato" (cit.)

Pochi giorni abbiamo fatto un raffronto fra le prime otto gare in biancoverde di Turner e Harrell. Oggi proponiamo lo stesso tipo di paragone fra Turner e Roberts, di cui si è parlato anche per un possibile ritorno in viale Sclavo nell'ambito di uno scambio di cartellini con l’ex Cremona.
  
Prima di addentrarci nei numeri, va premesso che l’impianto base iniziale della squadra di Ramagli era diverso rispetto a quello attuale: un play americano (Truck), un centro passaportato (DiLiegro) e una guardia-ala come Roberts. Solo quando si decise di proporre Bryant come sesto uomo, partendo con Borsato in quintetto (ma dopo l’ottava giornata), la struttura divenne più simile a quella di oggi.

In ogni caso: dopo otto turni Roberts segnava lo stesso numero esatto di punti (120), per una media di 15 a partita. Lo faceva mangiando molti meno palloni da due (5,5 tiri di media contro gli 8 e passa di ET), ma concretizzando di più dall’arco (16/44 la sua percentuale, Turner non è ancora arrivato a 10 triple segnate). Dalla lunetta, fatta salva una mano leggermente più precisa (82%), tra i due il divario non è sostanziale: era 18/22 per l’ex Caserta, è 20/26 per l’ex Cremona.

Dove faceva la differenza l’uomo da Fort Worth? Sicuramente a rimbalzo d’attacco, dove almeno un possesso in più a partita era in grado di procurarlo. E in difesa, laddove in otto gare si era fatto sentire con cinque stoppate, cosa che insieme a Udom lo rendeva davvero una bella arma da spendere contro le incursioni avversarie. Non particolarmente diverso il rapporto perse/recuperate: se Turner viaggia con 14/6, Roberts si attestava dopo otto giornate a 15/9. Praticamente analogo anche il dato della valutazione: 118 - 114 per l’uomo che ora gioca a Reggio Calabria.
Per i numeri il duello (relativamente alle prime otto giornate di campionato) è abbastanza in pareggio. Difensivamente Roberts offriva spunti migliori, ma spesso gli si rimproveravano pause mentali. Il fatto di non essere un cannoniere era pareggiato dalle iniziative di Truck e dalla solidità di DiLiegro, per cui non c’era bisogno, in quel sistema, che ne facesse 20 a partita. In questo sì, oltre a difendere un po’ di più.

Turner vs Roberts dopo le prime 8 giornate (a lato i dati di Harrell)

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (26) Anichini (32) associazione (50) avversari (138) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (3) Coldebella (2) Colle (1) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (27) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Mandriani (2) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (92) mercato (78) Minucci (26) Moretti (3) Nba (2) pagelle (1) personaggi (2) Pianigiani (4) Polisportiva (39) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (29) Serie A (3) Sguerri (4) società (37) sponsor (25) statistiche (93) sul campo (403) Tafani (11) tecnica (1) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Virtus (2) Viviani (3)