martedì 12 maggio 2015

Piero Ricci cambia lavoro

La candidatura al consiglio regionale poi saltata di Piero Ricci sollevò un gran dibattito, legittimamente visto che erano in gioco temi forti: la persistente presenza della politica nelle vicende mensanine (non è l'unico caso), la lettura dietrologica di quanto successo nell'ultimo anno e mezzo alla luce di quella presa di posizione, l'uso a fini di consenso elettorale della Mens Sana (e della visibilità correlata). Ragionamenti fondati? Se ne discusse.

Parlare di politica stavolta significa parlare anche di Mens Sana. Essendo Piero Ricci attualmente il numero uno del basket mensanino, parlare delle sue sorti in questo momento significa parlare anche delle sorti della Mens Sana, senza ignorare che nell'ultimo anno la sua è stata la figura più discussa, che solo le opinioni forti su Mecacci o Parente fanno passare momentaneamente in secondo piano in coincidenza del pathos domenicale delle partite.

E' vero che stavolta non si parla di un pubblico ufficio come la Regione bensì di una vicenda personale, un impiego privato (comunque ugualmente di pubblico rilievo). Ma di certo, rispetto ai tempi della candidatura, è passata molto di più sotto silenzio un'altra novità recente che riguarda il presidente della Mens Sana, tanto che molti neanche lo sanno: Piero Ricci dalla settimana scorsa non è più il direttore dell'Associazione Industriali di Siena, rappresentanza locale di Confindustria, carica che ricopriva dal 2008.

Cosa è successo? Al momento della candidatura, la soluzione trovata con i vertici di Confindustria era stata quella dell'autosospensione, da trasformare in aspettativa in caso di ammissione alle liste. Ma qui si è un passo oltre, all'avvicendamento nel ruolo di direttore (con Antonio Capone, che ricopriva lo stesso ruolo già per Grosseto). Cosa è cambiato? Che esattamente all'indomani dell'annuncio della candidatura, è arrivata una circolare da Confindustria (a livello nazionale) che sanciva l'incompatibilità assoluta tra candidature e cariche nell'Associazione, con obbligo di dimissioni.

Ricci è rimasto in carica fino alla settimana scorsa, quando tra giovedì e venerdì si sono consumati il suo addio e la sua successione. Uscire da Confindustria per fare altro, quindi, era già in conto al momento della scelta di candidarsi. Ma per andare in Regione. A venire meno, evidentemente, sono invece state le garanzie sul fatto che la candidatura sarebbe andata in porto, ed è cambiato il finale. Adesso? Difficile che Ricci resti a Siena. Difficile che si allontani troppo. Difficile che vada a fare qualcosa di molto diverso da quello che fa dal 1992, prima da direttore della Fises e poi (dal 2008) di Confindustria.
 
Fatti suoi? Cosa c'entra questo con la Mens Sana? Forse niente o forse qualcosa: al momento della candidatura iniziale di Ricci in Regione, un'obiezione (ma era quello il VERO problema?) era che quell'impegno avrebbe sottratto tempo e attenzione alla Mens Sana. Ora quel tempo e quell'attenzione non mancheranno. Proprio adesso che c'è da programmare il futuro trovando le risorse, c'è da implementare la struttura  per l'anno prossimo (per il settore giovanile si sono già mossi i carri), e c'è probabilmente da strutturare la nuova società che si identificherà con la nuova sezione basket autonoma. E almeno per il primo anno - dice la Polisportiva che sia stata questa la richiesta della Fip - il presidente del nuovo soggetto deve essere lo stesso della casa madre. Piero Ricci.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (21) Anichini (27) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (14) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (17) giovanili (19) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (32) Macchi (3) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (75) Minucci (25) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (25) Serie A (3) società (32) sponsor (25) statistiche (90) sul campo (390) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)