martedì 30 dicembre 2014

I tifosi contribuiranno per ricomprare i trofei, ma non a 60mila euro

I tifosi si sono ritrovati ieri sera per parlare, anche, della questione dei trofei da ricomprare. Per un sunto sulla faccenda (ricomprarli? non ricomprarli? mandare deserta l'asta per comprarli a poco? altro) rimando a questo post, a cui avevo aggiunto in questi giorni una valutazione comparativa col riacquisto di quello che restava della Fortitudo (200mila euro di base d'asta), un paragone forse più attendibile di quello con la Fiorentina fatto dal curatore fallimentare. Cosa hanno deciso i tifosi?

Aspettiamo per i prossimi giorni un comunicato del Comitato La Mens Sana è una fede per parlarne con la totalità degli elementi a disposizione, ma qualcosa è già emerso. Ovvero: è intenzione dei tifosi contribuire al riacquisto dei trofei. Ma solo (come già intenzione della Polisportiva) dopo aver mandato deserte le prime due aste, in cui il curatore fallimentare ha messo la base a 51mila euro più Iva (il prezzo definitivo dovrebbe essere questo) per i tre lotti di trofei.

Tradotto: non vale la pena spendere 60mila euro circa per riprendere i trofei della Mens Sana Basket, ma se costerà meno contribuiremo a fianco della Polisportiva. Ci sarà un incontro per parlarne con la Polisportiva, presumibilmente dopo le feste, anche per collaborare nella raccolta della sottoscrizione. Come la penso?

Penso che sia fantascienza immaginare che possa esserci qualcun altro disposto a spendere 60mila euro per non mandare deserta l'asta e comprare i trofei della Mens Sana Basket, per rompere le uova nel paniere alla Polisportiva. Ma penso anche che con quello che si è visto negli ultimi mesi, nell'ultimo anno, non c'è da escludere più niente. Penso anche che possa far riflettere che la Fortitudo, con avviamento, materiali vari (quelli qui pagati oltre 80mila euro), trofei (molti meno della Mens Sana, se Dio vuole) e (di fatto) un diritto di B1 da buttar via, sia stata valutata 200mila euro.

A rigor di logica, se non 60mila euro - dopo averne già spesi 80 - penso possa starci di spenderne circa 40mila solo per i trofei in manifestazioni ufficiali, o 20mila solo per gli scudetti, per rifarsi al frazionamento in tre lotti della totalità dei trofei. Ma non sono io che metto i 20mila o 40mila o 60mila euro, non sono io che so se ce ne sono le disponibilità. Certo che materialmente valgono molto meno, certo che materialmente costa molto meno farne delle riproduzioni.

Penso poi qui non c'è un imprenditore che rianima un progetto, come Romagnoli. C'è una Polisportiva con 3000 soci e un bel patrimonio immobiliare, ma che è la stessa di cui si è detto in questi mesi che è una onlus, una società sportiva dilettantistica, e ogni spesa può metterne in difficoltà un bilancio "più leggero" di quelli delle società professionistiche. Parlarne tra gente di Mens Sana, e con la Polisportiva, doveva servire a trovare una sintesi. Una prima strada mi sembra sia stata intrapresa.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (8) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (83) giovanili (36) Grandi (5) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (101) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (45) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (4) sul campo (524) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (96) titoli (21) trasferte (22) Virtus (39) Viviani (3)