martedì 19 aprile 2022

Volata playoff, la Virtus deve vincere. E sperare. Ipotesi e scenari dell'ultima giornata

“Una settimana, un giorno o solamente un'ora a volte vale una vita intera”. Sono le note di Edoardo Bennato a fare da colonna sonora all’ultima giornata di stagione regolare in serie C Gold. C’è solo un turno in calendario e sarà quello a decidere il destino della Virtus e delle altre squadre in lotta con lei.

Prima di scandagliare le varie ipotesi di arrivo alla bandiera a scacchi di fine campionato, partiamo da un dato di fatto: la Virtus è matematicamente salva e sicuramente non dovrà guadagnarsi la permanenza in categoria passando dalle forche caudine dei playout, anche se dovesse perdere nell’ultimo incontro (sabato 23 aprile al PalaPerucatti, palla a due alle ore 21) contro l’ormai già retrocessa Montevarchi (che ha perso in entrambi gli scontri diretti con Livorno ed è a -2 dal team labronico).

C’è semmai la possibilità di conquistare l’ottavo posto e quindi l’ultimo accesso disponibile per disputare i playoff, nella fattispecie contro la Herons Montecatini, inarrivabile in classifica da parte dell’altra Montecatini, la Gema. A contendersi la sfida con i termali (quelli primi in classifica) ci sono potenzialmente 5 squadre. Tra cui la stessa Virtus. Ricordiamo anche la formula della post-season: quarti di finale e semifinale si giocano al meglio delle 3 partite, la finale al meglio delle 5; chi vince i playoff è promosso in Serie B.

Questa la porzione di classifica relativa alla lotta per l’ottavo posto:

- Synergy Valdarno, 24 punti

- Virtus, 24 punti

- Valdisieve, 24 punti

- Lucca, 22 punti

- Agliana, 22 punti

Questo il calendario dell’ultimo turno per queste 5 squadre su cui spicca lo scontro diretto Agliana-Synergy:

- Virtus-Montevarchi

- Agliana-Sinergy Valdarno

- Castelfiorentino-Valdisieve

- Don Bosco Livorno-Lucca

Per andare ai playoff la Virtus deve vincere e sperare nei risultati negativi delle altre due squadre appaiate con lei in classifica, Synergy e Valdisieve. Basta anche la sola sconfitta di Valdisieve, a prescindere dal risultato dei valdarnesi, con cui la Virtus è in vantaggio nel doppio confronto: +16. Viceversa, un arrivo insieme a Valdisieve premierebbe il team fiorentino che, nell’ultimo incontro disputato, ha battuto proprio la Virtus, ribaltando in suo favore la differenza canestri (-2 per Nepi e compagni).

Tra le opzioni da considerare anche le eventualità di un arrivo a 5 o a 4 squadre a quota 24 punti. Ipotesi che proietterebbero ai playoff (in entrambi i casi) addirittura Agliana, in virtù di una migliore classifica avulsa negli scontri diretti. Scenari che si incrociano anche con la lotta per evitare i playout: in caso di arrivo a 5 sarebbe Valdisieve a doversi giocare la salvezza nella post-season, mentre un’ipotetica concomitanza di 4 squadre allo striscione del traguardo si verifica solo con il ko a Livorno di Lucca, in questo caso condannata ai playout. 

E quella sarebbe di fatto un’anticipazione della griglia per evitare la seconda retrocessione. Uno strano scherzo del calendario all’ultima giornata al pari di Cus Pisa-Quarrata, le altre due squadre certe di dover disputare i playout.

Andrea Frullanti

 

***

Leggi anche:  

Virtus nelle secche senza tiro, il k.o. vale doppio: playoff, occasione persa (meritatamente)

Metamorfosi e vibrazioni positive: Virtus in zona playoff e padrona del suo destino 

Vittoria e fiducia ritrovate, con 3 sorpassi in classifica: Virtus di lusso con Prato 

Classifica, formula e scontri diretti: Virtus, scacco al campionato in 4 mosse

Castello passa al PalaPerucatti, la Virtus si è smarrita: spettro dei play-out

La Gema passa, ma non senza fatica. Virtus, una "buona sconfitta" contro Montecatini

Virtus, così non va. Crolla a Livorno, adesso deve cambiare mentalità per salvare la stagione 

“Flu game” a Lucca. Decimata e influenzata, la Virtus si arrende

Prove di continuità per la Virtus. Lucca e Livorno in trasferta per il definitivo rilancio

La Virtus risorge a Pisa. Vittoria di carattere, è la possibile svolta dell'annata 

La discontinuità condanna la Virtus: non ci sono più margini d'errore, è il momento della verità

Assenze, la prima di Drigo e una Spezia più forte. Virtus battuta e fuori dalla zona playoff

L'addio di Bruno, il mercato e 7 partite (più una). Virtus, è il mese che decide la stagione

Mal di trasferta, assenze e classifica fluida. La sottile linea di galleggiamento della Virtus 

Giovani, concreti e decisivi. La Virtus batte Valdisieve e mette in mostra i suoi gioielli 



 
 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (25) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (92) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (178) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Monciatti (1) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (125) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (106) storia (59) sul campo (676) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (130) Viviani (3)