lunedì 28 febbraio 2022

La Virtus risorge a Pisa. Vittoria di carattere, è la possibile svolta dell'annata

Una vittoria che fa morale, classifica e che, soprattutto, potrebbe essere la svolta della stagione. La Virtus torna alla vittoria a Pisa, battendo i padroni di casa del Cus per 63-50. Una partita dai due volti per il team rossoblù che ha saputo reagire alla brutta prova offerta nella prima metà dell’incontro, mettendo in campo – dal terzo quarto in poi – tanta energia e determinazione. Doti che hanno condotto al successo e che adesso devono essere fedeli compagne di viaggio per tutto il resto della stagione.


IL MOMENTO DECISIVO

Dopo aver messo a segno appena 21 punti nella prima metà di partita, non riuscendo praticamente mai a segnare da tre punti, la Virtus ne ha messi a segno 42 nel secondo tempo (21 per quarto). Basterebbe questo per descrivere il cambio di marcia virtussino e non solo per quanto riguarda la produzione offensiva. Alla fine sono stati quattro i virtussini in doppia cifra: Zambonin con 16, Olleia con 15, Nepi e Bartoletti rispettivamente con 13 e 10 punti. La svolta vera, però, non sta solo nei numeri: sono stati l’atteggiamento e l’applicazione difensiva della Virtus a risultare decisivi, con tutti i giocatori che hanno profuso un grande sforzo in termini di fisicità e attitudine. Tutti i possessi pisani sono stati sporcati, molte le contese vinte a rimbalzo così come tanti sono stati i palloni recuperati con grinta e determinazione. 


LA CHIAVE

Insomma, si è finalmente visto l’atteggiamento che la Virtus deve far suo per risalire la classifica e lottare per una degna posizione nei playoff. Si è poi rivisto anche Gerlando Imbrò che, nei pochi minuti che gli sono stati concessi, è tornato ad assaggiare il parquet in un match ufficiale. Ovvio che la condizione è ancora lontana da quella ottimale ma è già importante rivederlo insieme alla squadra, anche solo per poter ampliare le possibilità tattiche di coach Spinello sugli esterni. 


IN CAMPIONATO

La vittoria a Pisa ha un duplice effetto positivo per la classifica della Virtus: la zona playout è stata allontanata e l’aggancio al treno playoff riuscito. Certo, stiamo sempre parlando di un decimo posto ma la classifica è corta e, soprattutto, ci sono tante partite da giocare. A partire dal prossimo scontro diretto con Agliana, in programma per domenica al PalaPerucatti: vincere e ribaltare il -12 subito all’andata rappresenterebbe il definitivo rilancio delle ambizioni virtussine.

Andrea Frullanti


***

Leggi anche:  

La discontinuità condanna la Virtus: non ci sono più margini d'errore, è il momento della verità

Assenze, la prima di Drigo e una Spezia più forte. Virtus battuta e fuori dalla zona playoff

L'addio di Bruno, il mercato e 7 partite (più una). Virtus, è il mese che decide la stagione

Mal di trasferta, assenze e classifica fluida. La sottile linea di galleggiamento della Virtus 

Giovani, concreti e decisivi. La Virtus batte Valdisieve e mette in mostra i suoi gioielli 




 
 
 

 
 
 
 
 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (71) Anichini (68) Asciano (34) associazione (61) avversari (138) Bagatta (8) baskin (1) Binella (16) C Gold (25) C Silver (32) Catalani (3) Chiusi (25) città (18) Coldebella (2) Colle (38) Comune (25) consorzio (71) Costone (92) Costone femminile (15) Crespi (8) Cus (1) De Santis (2) Decandia (1) derby (1) Eurolega (2) ex (49) Finetti (1) fip (3) Fortitudo (1) Frullanti (178) giovanili (40) Grandi (39) Griccioli (12) inchiesta (71) infortuni (5) iniziative (5) Legabasket (1) Libero basket (1) Lnp (35) Macchi (31) Maginot (1) maglia (7) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (19) media (13) Mens Sana Basket (148) mercato (90) Minucci (28) Monciatti (1) Moretti (3) Nba (3) pagelle (8) palazzetto (8) personaggi (19) Pianigiani (4) Poggibonsi (31) Polisportiva (62) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (125) Serie A (3) Sguerri (22) silver (1) società (85) sponsor (28) statistiche (106) storia (59) sul campo (676) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (112) titoli (21) trasferte (22) Virtus (130) Viviani (3)