sabato 21 febbraio 2015

Prima contro seconda

Per una partita come quella con Cecina non c'è bisogno di grandi discorsi motivazionali. Per ragioni di classifica, valore dell'avversaria, motivazioni (la sconfitta dell'andata, o storie personali) è sicuramente la partita più importante di regular season che si gioca al PalaEstra quest'anno. E pensare a quando si diceva così di partite contro Milano, Roma, Fortitudo, Panathinaikos, Barcellona, Maccabi serve esattamente a perdere di vista il punto e non tornarci più. Nel caso, ripassare quando ricapiterà.

Oggi capire l'importanza della partita con Cecina significa comprendere i meriti di chi dall'altra parte è emerso con meno soldi, meno proclami, uomini meno quotati, eppure può venire a Siena per vincere e superare in classifica la Mens Sana, forse anche definitivamente, non per caso, certo non con una squadra scarsa per la categoria, ma anche grazie alla forza del lavoro. Chi è più forte lo dicono l'album delle figurine, gli stipendi, le quotazioni di mercato, i curriculum, i pedigree, le maglie. Questa partita dovrà dire invece chi è più bravo, ed è un bel pungolo.

Se si capisce l'importanza della partita, è lecito aspettarsi un approccio all'altezza, non come altre volte, non come le altre volte dopo la sosta. Anche se poi l'approccio è solo una parte della partita, c'è anche il resto. Se si capisce l'importanza della partita, è legittimo aspettarsi un palazzetto pieno ancor più di quanto l'entusiasmo della piazza sia già stato capace durante tutta questa esperienza in Serie B. Se non stavolta, quando?

Oltre a farla tanto semplice con le frasi fatte, se si capisce l'importanza della partita, si rispetta anche il modo in cui la Mens Sana ci è arrivata, da prima in classifica: c'è un innesto in più nel motore, Biagio Sergio, c'è la convizione che sarà molto utile da qui alla fine, ma rischiare di rompere gli equilibri per forzarne l'inserimento immediato se 'la partita non andrà da lui' sarebbe un errore che minerebbe la fiducia del gruppo nel lavoro.

Se si capisce l'importanza della partita, si comprende come questa potrebbe essere anche un boomerang: di pressione, di aspettative, di ansia da prestazione. Ma questa è una squadra a cui è giusto chiedere il massimo, sono tutti qui per questo. (Tra una settimana si va sul campo di Valsesia terza, che però ha appena perso a Varese di 44) Intanto questa settimana il massimo vuol dire battere Cecina. Buona partita. Godiamocela.

appendice
Biagio Sergio incastri tecnici - movimenti al video - le prime parole
Cecina come ci arriva - è la più in forma - le caratteristiche

 

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (46) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (63) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (90) mercato (76) Minucci (25) Moretti (1) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (38) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (34) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (391) Tafani (11) tifosi (79) titoli (20) trasferte (22) Viviani (3)