domenica 19 giugno 2016

Tempo di nomine

Una bella foto di gruppo e un comunicato per presentarsi alla città. E' il lunedì in cui si cominciano a delineare i primi nomi attorno a cui si costruirà questa nuova fase della vita della Mens Sana. Alle 17 il Consorzio Basket e Sport a Siena riunisce in assemblea le 22 aziende fondatrici, che nell'occasione nomineranno il proprio consiglio e, con esso, il proprio presidente e vicepresidente. Non sono attese sorprese. Innesco di una serie di reazioni a catena che nel giro di una settimana ridisegneranno gli scenari mensanini.

A seguire, nel pomeriggio subito dopo l'assemblea, si terrà il primo consiglio del Consorzio per cominciare a dare alla Mens Sana le certezze che servono per cominciare a lavorare: chi sarà il direttore sportivo? qual è l'orienamento sull'allenatore? con quale budget? Ci sarà modo di ragionare -  anche con i vertici dell'Associazione chiamati a far parte dei lavori - su quello che è stato già fatto in vista della prossima stagione, a partire dall'accordo con la Polisportiva, e quello che resta da fare, con attenzione alla scadenza della fidejussione entro il 7 luglio.

Nel giro di una settimana (probabilmente già entro giovedì/venerdi) - senza più Marruganti alla presidenza e probabilmente già con l'ingresso di figure da cui la nuova proprietà si sente rappresentata - toccherà al cda della MSB 1871 gettare le fondamenta sulla base delle indicazioni della proprietà. Numeri: se il consiglio del Consorzio potrebbe essere alla fine a sette componenti, per il cda della MSB 1871 al momento l'opzione più probabile sembra a nove componenti, rispetto ai cinque attuali e sette che sembrava in un primo momento.

Nove sono tanti. Tanti quanti gli assessori della Giunta comunale in Palazzo Pubblico. Un mini parlamento, con quello che significa in termini di rischio di perdersi in chiacchiere e in governabilità. Ma, assicura chi sta lavorando alla soluzione, non sarà un cda di rappresentanti di qualcuno, solamente portatori di istanze altrui, ma di operativi, di persone che saranno lì non passivamente bensì per portare la attrattività di cui sono capaci, e detta così non può che montare la curiosità su chi ci sarà. E se aumentare il numero di consiglieri serve per trovare la quadra e dare visibilità a chi ne merita, ben venga.

Su nove consiglieri, le certezze sembrano essere il singolo rappresentante della Polisportiva (il direttore amministrativo Maestrini?) e i due dell'Associazione Io Tifo Mens Sana (una possibilità è la conferma dei rappresentanti attuali, Barlucchi e Guidarini, ma non solo... Deciderà il consiglio dell'associazione che si riunirà mercoledì). Poi 4 o 5 toccherebbero al Consorzio, uno o due alla Tuttomatic di Danilo Bono, azionista al 18%. Per la presidenza del basket, al di là dei nomi, ci sono due-tre formule allo studio, non si sceglie solo un presidente ma un assetto, con pesi e contrappesi. Ci siamo.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (50) Asciano (18) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (10) città (12) Coldebella (2) Colle (22) Comune (18) consorzio (69) Costone (28) Costone femminile (4) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (84) giovanili (36) Grandi (6) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (102) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (11) Pianigiani (4) Poggibonsi (15) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (46) Serie A (3) Sguerri (14) società (77) sponsor (27) statistiche (105) storia (5) sul campo (526) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (97) titoli (21) trasferte (22) Virtus (41) Viviani (3)