giovedì 2 giugno 2016

Il Consorzio è pronto a partire

Il dado è tratto. Le 25 aziende fondatrici del Consorzio - alcune non fisicamente presenti, ma non cambia molto - si sono per la prima volta incontrate tutte insieme nel pomeriggio di mercoledì, all'Hotel Athena. Non una collocazione casuale, ma in rappresentanza di uno dei settori merceologici portanti del futuro Consorzio, a cui si è aggiunto tra gli altri anche quello mobiliario. 

Poi la lista delle aziende, in gran parte tutt'altro che segreta, uscirà quando saranno le aziende stesse a volerlo. Magari già nel giro di una settimana, una volta sistemati i tasselli esterni, come la convenzione con la Polisportiva, senza cui manca l'oggetto dei contratti con cui si impegnano i consorziati. E non c'è pessimismo.

Non c'è pessimismo innanzi tutto per il lavoro preparatorio sul regolamento per le giovanili e per lo studio sullo stato dell'arte della cartellonistica al palasport con cui ci si presenterà al tavolo con la Polisportiva. Viene da pensare che ci siano stati anche stati contatti informali, ma francamente non è dato saperlo. Forse aver sfogato in pubblico le rispettive rimostranze nei confronti della controparte servirà a toglierle dal tavolo della trattativa, se le parti dimostreranno la stessa costruttiva voglia di voltare pagina vista a marzo. E qui si giocherà il prossimo passaggio, nell'incontro già fissato per lunedì pomeriggio con la casa madre, la cui preparazione e scelta dei delegati uscirà da una riunione del consiglio direttivo dell'Associazione venerdì sera.

Nell'incontro con le aziende all'Hotel Athena, relatori delle varie parti del meeting sono stati Gian Gastone Brogi, Luca Gentili, Pino Mastrandrea e Guido Guidarini, con la partecipazione attiva e non solo da auditori delle aziende. Pino Mastrandrea, l'uomo dei conti, ha tirato le somme sul passato, per capire come riparte il futuro. Il passato è la chiusura del fabbisogno per la stagione che finisce il 30 giugno con un disavanzo patrimoniale di 225mila euro, comunque meno (anche se non in maniera risolutiva) dei 250-260 prospettati.

Una parte di questi è previsto che possa essere abbattuta da un finanziamento soci da 80mila euro di cui l'Associazione chiederà l'approvazione alla propria assemblea in una riunione già fissata per lunedì dopo cena. La parte restante è previsto che venga onorata dal Consorzio per la quota parte di poco superiore al 50% con cui entrerà nella compagine sociale, mentre l'Associazione nella nuova configurazione dovrebbe attestarsi attorno al 20%. E' possibile che la perdita venga coperta non in una soluzione unica ma nei tempi comunque previsti dal codice civile.

Che significa avere il tempo di materializzare una tranche successiva di ripianamento quando il numero delle aziende consorziate potrebbe essere salito attorno a quella quota 40 che viene ritenuto un obiettivo possibile attorno a fine giugno. Considerando che ogni azienda per la sola adesione al Consorzio versa 1500 euro, farebbero 60mila euro pronti allo scopo, prima ancora di cominciare a intaccare i previsti versamenti pubblicitari su base triennale su cui si fonda il contratto di ogni consorziato.

Ogni azienda può acquistare fino a cinque quote ciascuna di spazi pubblicitari e, a una prima valutazione neanche troppo sommaria, le quote già vendute si aggirano attorno alle 45. Fa un totale di 225.000 euro. Che magari non andranno tutte nel budget della Mens Sana perché è previsto che una percentuale resti al Consorzio per l'organizzazione delle proprie attività fondanti, quelle che interessano alle aziende come opportunità di fare rete.

Ma intanto sono già uno zoccolo duro considerando appunto che magari presto le aziende possano non essere solo queste 25 ma anche altre: raddoppiarle è l'obiettivo di lungo termine, senza correre troppo con l'ottimismo, ma questa partenza dice che non è impossibile. E veder mettersi in moto la macchina potrà aiutare a smuovere gli indecisi o a far conoscere l'opportunità di business (potenziale, sta al Consorzio implementarla) ad altre aziende ancora.

Ricapitolando, venerdì sera è in programma il consiglio direttivo dell'Associazione, lunedì pomeriggio è in calendario l'incontro con la Polisportiva, con l'auspicio che possa essere produttivo al punto - dopo il passaggio dell'Assemblea coi propri soci lunedì sera per decidere sul finanziamento soci della MSB 1871 - da ritrovarsi magari martedì o comunque quanto prima per chiudere l'accordo. Così che quando giovedì si ritroveranno anche i futuri consorziati, possano già ragionare in maniera fattiva sui passaggi successivi: presentarsi all'esterno come compagine, acquisire le quote di maggioranza, darsi una propria organizzazione e governance.

In un mondo ideale, già per la fine della settimana prossima ogni tessera potrebbe essere andata al proprio posto. Troppo ottimismo, forse, soprattutto che ci sono anche passaggi esterni non dipendenti solo dalla propria volontà. La storia insegna che sicuramente ci sarà qualche motivo di slittamento, perché è sempre così, ma insomma non sembra lontana la chiusura del cerchio. D'altra parte i tempi previsti per tirare le somme erano a metà maggio, poi spostati a fine maggio. Giugno è appena iniziato, e infatti ci siamo. In tempo per dare certezze a Catalani, perché il settore giovanile è quello che ha i tempi più stretti, a Marruganti, perché c'è una stagione da cominciare a pensare, e magari anche a Ramagli, se lo riterrà un elemento utile a formarsi la propria valutazione sul futuro, visti i recenti sviluppi.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (59) Anichini (46) Asciano (12) associazione (58) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (15) Catalani (3) città (10) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (15) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (61) giovanili (32) Griccioli (12) inchiesta (68) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (28) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (87) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (1) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (47) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (70) sponsor (26) statistiche (105) sul campo (495) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (88) titoli (21) trasferte (22) Virtus (30) Viviani (3)