mercoledì 1 giugno 2016

Il futuro di Alessandro Ramagli

Alessandro Ramagli era tra i candidati per la panchina della Virtus Bologna. Dopo l'accelerazione bolognese delle ultime ore, il suo nome non è più solo la prima scelta della V nera ma al momento forse LA scelta. Non per questo l'affare è fatto: Ramagli ha con la Mens Sana un altro anno di accordo, e il contratto non prevede uscite. Cosa succederà adesso dipende dalla Mens Sana.

L'accelerazione delle ultime ore è legata alla capacità di un club pure in difficoltà quale la Virtus di stringere alcuni nodi: i soldi a disposizione e chi decide. I soldi a disposizione: due milioni di euro, che vuol dire non meno di 600mila per la squadra, ovvero il doppio della Mens Sana di quest'anno. Un bell'argomento per convincere un allenatore (ci sarebbe anche l'argomento del fascino Virtus, ma non ha senso entrarci perché poi ci sarebbe da fare confronti col fascino Mens Sana).

E poi chi decide: i soci Virtus hanno affidato pubblicamente la costruzione della nuova stagione ad Alberto Bucci. E qui c'è anche una storia di rapporti se la scelta è Ramagli: solidissimi. Come quelli di Alberto Bucci con Alessandro Ramagli. Come quelli di Alberto Bucci con Andrea Forti, che di Ramagli è il rappresentante. Così come i rapporti con Lorenzo Marruganti aiutarono un anno fa la Mens Sana a portarsi a casa Ramagli. Poi le squadre solo coi rapporti si fanno al campetto, non tra i professionisti. Ma intanto aiuta a decidere.

E aiuta a decidere avere dei referenti chiari, come Bucci. La situazione attuale ancora molto liquida non rende scontato che un professionista consideri affidabile a scatola chiusa il nuovo assetto che si sta dando la Mens Sana, soprattutto dopo aver vissuto dall'interno le turbolenze durante l'anno. Che hanno detto che al di là del lavoro di Marruganti serve una proprietà di cui fidarsi. Chi comanda oggi alla Mens Sana? Con chi parlare? Chi rappresenta il Consorzio?

Sono domande che un professionista si fa e a cui al momento, auspicabilmente solo per pochi giorni, non ci sono risposte definitive. Certe certezze societarie la Mens Sana non le può dare ancora per una settimana o dieci giorni, come minimo. Anche quando arriveranno, difficilmente saranno più convincenti di quelle che può presentare già oggi la Virtus, al di là del pluriennale e della proposta economica.

Ma c'è un contratto con la Mens Sana, e non c'è stato ancora nessun contatto tra la Virtus e la Mens Sana, e senza quello si resta così. Ci si può far forti del contratto scritto. La valutazione del suo operato? Qui. Sul suo futuro? Qui. Oppure si può valutare preferibile non trattenere un professionista che altrove ha un'opportunità, forse, secondo lui, migliore. Ma insieme alle turbolenze, Ramagli di Siena ha vissuto anche l'affetto, la passione e la cultura di basket, e non ha mancato di dirlo.

Sono altri i livelli su cui si gioca la partita: la Virtus, nonostante la tempesta che l'ha travolta con la retrocessione, ha già saputo dare due certezze chiave. Evidentemente invocare la necessità di non perdere tempo nei giorni scorsi non era ingeneroso ma realistico. E nelle ultime ore, soprattutto a livello di Consorzio e magari anche di accordo con la Polisportiva, la situazione pare finalmente sbloccata. Bene. Si parte.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)