domenica 23 ottobre 2016

La prima vittoria in trasferta, con la Viola, nella costruzione della stagione

La prima vittoria in trasferta della stagione, arrivata molto prima rispetto a un anno fa (fu il 22 novembre, nona giornata, ad Agrigento), riporta la Mens Sana a quel primo posto in classifica (in coabitazione con altri cinque) da cui mancava da un po', nella sua storia. Complice l'assenza di fattore campo, e dunque l'esilio della Viola a Barcellona, con i calabresi troppo brutti per esser veri, la Mens Sana è stata sempre in controllo, con un'ottima circolazione della palla, la Mens Sana al 33' ha toccato anche il +16. I temi dunque non mancano.

IL GIOCATORE
Giovanni Vildera. Myers ha confermato numeri da categoria superiore difficili da contenere se si riesce a imbeccarlo. Harrell ha ribadito il proprio talento. Cappelletti ha dimostrato ancora di poter essere un fattore. Ma nel giorno del rientro di Flamini merita una menzione Giovanni Vildera: 7 punti in 20 minuti, di cui 5 pressoché consecutivamente in due possessi nel momento decisivo del secondo tempo.

IL MOMENTO DECISIVO
Dalla tripla di Marulli del 42-44 al 25', Reggio Calabria non ha più segnato dal campo fino al 33'. Ha dovuto aspettare il finire di terzo quarto (28'45") per tornare a sbloccare il tabellone almeno dalla lunetta, non prima però di aver incassato un 12-0 in tre minuti attorno ai 5 punti di Vildera, ma cominciato sull'asse Cappelletti-Myers e proseguito con una bomba di Cappelletti.

LA STATISTICA
I 70 punti di media subiti dalla Mens Sana nelle ultime due partite, che certo c'entra anche coi ritmi e con le caratteristiche degli avversari. Ma dopo aver concesso a Casale il 40% da due e il 33% da tre, stavolta Reggio ha tirato col 46% da due e il 32% da tre. Legion, per dire, ha chiuso con 3/13 al tiro, tra cui lo 0/4 da oltre arco. "La nostra difesa eccellente sulle loro prime punte, gli ha tolto ritmo e ne ha dato a noi", ha commentato Griccioli.

LA CHIAVE
"Non ci siamo quasi mai scoperti al campo aperto e alla transizione, siamo stati attenti - dice Griccioli, coach mensanino -, magari sbagliando gli accoppiamenti, ma li abbiamo sempre fermati. E' importante perché non dà respiro a una squadra a cui invece piacerebbe prendersi quei tiri dopo un passaggio: dopo sette non è la stessa cosa, il ritmo è diverso, penso che siamo stati bravi e fortunati".

LA DICHIARAZIONE
Giulio Griccioli, coach Mens Sana (con claque al seguito da Capo d'Orlando). "Avevo chiesto alla squadra una partita solida, soprattutto dal punto difensivo e mentale, perché fuori casa nella partita di Scafati eravamo mancati soprattutto in questo, eravamo andati dietro al ritmo della partita senza riuscire a comandare, e stavolta invece l'abbiamo fatto riuscendo due-tre volte di aprire un gap, anche 12-14 punti. A parte alcuni frangenti in cui ci siamo fatti un po' spaventare dal pressing, avevo chiesto solidità mentale e l'ho avuta".

LE ALTRE
Non ci sono più squadre a punteggio pieno, ne resta una ancora a zero punti. Ma d'altra parte quello di Casale contro Trapani erano uno scontro diretto tra formazioni in crisi, una a digiuno e l'altra reduce dalle dimissioni dell'allenatore Ducarello (poi confermato): hanno tirato i dadi ed è finita che Casale non ha segnato gli ultimi 2'12" e negli ultimi 22" sul -1 ha perso un pallone e poi si è fatta stoppare l'ultimo possesso. Inatteso lo scivolone di Tortona sul campo di Agropoli, dopo essere stata a lungo avanti, mentre la caduta della Virtus Roma a Biella, per quanto si possa parlare di big match a fine ottobre, arriva sul campo di una signora squadra, tra i 35 punti di Ferguson, i 21 di De Vico, e poi ci sarebbero Hall, Tessitori, Udom dalla panchina... E infatti c'è anche Biella tra le sei di testa. In mezzo a cui la sorpresa è Legnano, non solo perché ha vinto di 19 a casa dell'Eurobasket pieno di infortuni, ma perché nelle prime tre giornate ha battuto Ferentino, vinto a Trapani e quasi espugnata Tortona...  Allo specchio la delusione è Scafati, sconfitta anche a Rieti... A questo punto in quattro partite ha vinto solo con la Mens Sana.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (21) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (12) città (12) Coldebella (2) Colle (25) Comune (18) consorzio (69) Costone (31) Costone femminile (6) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (89) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (18) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (48) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (534) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (42) Viviani (3)