giovedì 16 ottobre 2014

Difendono

Se tre indizi fanno una prova, la Mens Sana ha già la sua prima certezza. La difesa. Certo, non è la conquista della luna: Mecacci può mettere in campo corpi e/o atleti che in categoria fanno la differenza. Ma non è scontato che giocatori di livello superiore si sbattano, e su questo atteggiamento mettano le fondamenta per una stagione vincente. E' prematuro considerarlo un tratto identitario della squadra, ma la rotta tracciata è interessante.

Qualche cifra per capirsi. Siamo abituati a ragionare su statistiche più analitiche, ma basta il conto dei punti subiti per capirsi. Sono 49 di media. Nell'unica partita casalinga sono stati 37, col 24% da due e 23% da tre di Empoli. Nei 53 punti di Mortara pesa lo 0/13 casalingo da tre, ma averli tenuti a 19 punti nella ripresa è un merito, così come lo sono i secondi quarti da 6 punti subìti all'esordio e 8 punti subìti alla seconda giornata. E i 57 di Piombino vanno letti alla luce del fatto che 27 sono arrivati nel primo quarto. Se son rose, le spine le sentiranno gli altri...

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (51) Asciano (21) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (12) città (12) Coldebella (2) Colle (25) Comune (18) consorzio (69) Costone (31) Costone femminile (6) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (89) giovanili (36) Grandi (8) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (11) Mens Sana Basket (105) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (3) palazzetto (2) personaggi (12) Pianigiani (4) Poggibonsi (18) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (48) Serie A (3) Sguerri (15) società (78) sponsor (27) statistiche (105) storia (8) sul campo (534) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (98) titoli (21) trasferte (22) Virtus (42) Viviani (3)