domenica 2 aprile 2017

Dopo sette settimane

Il successo su Trapani con cui la Mens Sana ufficializza la salvezza matematica è quello che serviva per ripulire gli occhi del PalaSclavo dopo due sconfitte interne consecutive. Stavolta era chi c'era di fronte, Trapani, ad avere l'encefalogramma piatto e un giocatore molto importante assente (Mays). Va dato merito a tutti di averne saputo approfittare con un'energia inaspettata viste le premesse, delle ultime partite e degli ultimi giorni in palestra, per ritrovare un successo che mancava dal 12 febbraio con Agrigento. L'obiettivo minimo stagionale è stato raggiunto presto o tardi? Troppi asterischi legati a infortuni importanti impediscono una valutazione univoca. Vedere dov'è la Mens Sana nonostante le cinque sconfitte di fila aumenta le recriminazioni. Ma intanto questa vittoria permette di tornare a guardare con occhi diversi alle ultime tre partite di stagione regolare.

IL GIOCATORE
Jonathan Tavernari, in questa stagione croce spesso e delizia a volte, queste volte. Ha cominciato la serata segnando in otto minuti 11 dei primi 17 punti della Mens Sana. 17-4. Ha chiuso da miglior marcatore a quota 19, terza miglior prestazione realizzativa stagionale. Non perfetto, ma necessario: da novembre a oggi in ogni vittoria della Mens Sana c'è Tavernari in doppia cifra. Menzione per la partita sul dolore di Saccaggi e Myers.

IL MOMENTO DECISIVO
Trapani ha segnato due punti (un canestro di Renzi) nei primi otto minuti di partita: ha sbagliato quattro tiri, di cui uno da tre, e ha perso cinque palloni, di cui tre con Tavernelli. Nel frattempo la Mens Sana è andata 14-2. Prima spallata. E quando Trapani l'aveva riaperta sul 25-21 a inizio secondo quarto, è arrivata la seconda spallata: nei sei minuti centrali del periodo, 17-3 di parziale per il 42-24. Massimo vantaggio: 67-42 dopo un minuto del quarto periodo.

LA STATISTICA
(Edit) Quella decisiva, il +8 in classifica su Reggio Calabria terzultima a tre giornate dalla fine. Giusto per la cronaca, tra le squadre con cui è a pari punti la Mens Sana è 1-1 col +4 di differenza canestri con Trapani ed è 2-0 con Casale, ma è anche 1-1 ma -28 di differenza canestri con Rieti e 0-2 con Eurobasket: arrivare alla pari con queste ultime due sarebbe una condanna. Rieti ha anche un calendario di una certa complessità: in casa con le prime due, Biella e Tortona, per chiudere a Latina. Meno proibitivo il finale dell'Eurobasket: con Agrigento, ad Agropoli e con Biella. Sempre per la cronaca, entrambe con entrambe le squadre seste a +2 sulla Mens Sana c'è l'1-1 nello scontro diretto ma con differenza canestri a sfavore: -20 con Latina, -12 con Treviglio.

LA CHIAVE
Gli annunci. Fuori dal campo. Societari. Il ritorno alla vittoria e la salvezza hanno alleggerito l'umore ma la piazza, Siena, ha bisogno di annunci. C'è stata una comprensione sconfinata nel dare fiducia a scatola chiusa, da parte di un ambiente fortemente provato ma convinto dal fatto che l'importante fosse il risultato finale, persuaso dalla ragion di stato a usare ogni cautela pur di non comprometterlo. Ma è lo stesso ambiente che sapeva benissimo che c'era bisogno di misure nette per evitare il nuovo rischio di chiudere. Il fatto che la Mens Sana non sia chiusa, e che nessuno abbia lanciato allarmi come un anno fa, è la dimostrazione più evidente che la società sia stata messa in sicurezza, anche senza conoscere i dettagli: le firme che ci sono state, le presentazioni già organizzate, i cambiamenti di assetti a seguire. Non è più rimandabile il momento di dare un riconoscimento alla maturità dimostrata dalla gente di Mens Sana nell'ultimo periodo, tanto più da gennaio a ora.

LA DICHIARAZIONE
Giulio Griccioli, coach Mens Sana, che si è presentato in sala stampa con Matteo Mecacci e Andrea Monciatti: "Abbiamo passato le pene dell'inferno quest'anno. L'ultima era arrivare a questa partita nelle condizioni in cui siamo arrivati, cercando di tirar fuori dalla squadra quell'energia e quell'aggressività che onestamente si vedeva anche poco durante il corso della settimana. Abbiamo anche annullato un allenamento per mancanza del numero minimo di giocatori per poterci allenare. Noi faremo il massimo per vincere più partite possibile da qui alla fine. i conti si faranno alla fine".

LE ALTRE
E' la giornata in cui Trapani, Latina e soprattutto Treviglio potevano ipotecare i playoff e invece si sono complicate la vita. Tutte avanti le prime cinque in classifica: Biella con Scafati, Tortona a Casale nell'anticipo, Legnano sul campo di Agropoli ultima, la Virtus Roma con Rieti e Agrigento con Ferentino. Quello della Mens Sana è stato uno dei tre successi della squadra che insegue contro la squadra che precede in classifica: Reggio Calabria va a +4 su Agropoli ultima battendo Latina, anche se il colpo di giornata è quello di Eurobasket a Treviglio. La prossima settimana la Mens Sana è a Voghera sul campo di Tortona.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (47) Asciano (14) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) Chiusi (4) città (12) Coldebella (2) Colle (18) Comune (18) consorzio (69) Costone (24) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (74) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (11) Polisportiva (51) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (77) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (511) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (94) titoli (21) trasferte (22) Virtus (35) Viviani (3)