mercoledì 26 novembre 2014

Presenze gradite

Non era neanche stata frutto di una vera riflessione, ma - tra un discorso e l'altro sul ritorno a casa dopo un mese (vedi post) - era venuto fuori il pensiero: ma vuoi vedere che il mese lontano da partite interne (ancor più della prima sconfitta, arrivata la settimana prima a Cecina) rischia di aver raffreddato il grande entusiasmo visto al PalaEstra nelle prime due gare interne dell'anno?

Il "non detto" di fondo era: se andare a vedere le prime partite della Mens Sana in B2 era una moda per dire di esserci stati, è passata. Vediamo qual è veramente lo zoccolo duro. Da segnalare c'era anche la presenza di decine di tifosi ospiti venuti a Siena per vivere una giornata storica (giocare sul campo della squadra che dal 2004 ha vinto 8 scudetti, anticipata qui). E comunque la risposta con Valsesia è stata chiara.

2648 presenti, tra abbonati (che poi non ci saranno stati tutti, ma tutta gente che ha messo mano al portafoglio) e paganti. Un dato secondo, di un pelo, solo ai 2661 della prima partita con Empoli, come nota Panico. E 2465 erano stati (ricordiamolo) quelli contro il Cus Torino. Che fa una media di 2591,3. I bilanci si fanno a fine stagione, e si faranno allora, ma in genere si dice che tre indizi fanno una prova.

Ricordo il d.g. della Lnp Claudio Coldebella rivelare, in occasione della sua visita a Siena (qui le virgolette), che sotto la Serie A solo Torino e Fortitudo (città da 900 e 400mila abitanti...) hanno più dei 2000 abbonati della Mens Sana, un dato in cui Siena arriva davanti anche all'entusiasmo di Treviso che sta portando 4000 persone ogni volta al PalaVerde in A2 Silver. Sarebbe interessante quante squadre di Serie A restano sotto le 2500 presenze medie.

ps: a proposito di presenze gradite, va registrata contro Valsesia quella di Alex Ranuzzi, 15 punti (6/9, 1/2) e 5 rimbalzi in 29' come se nulla fosse dopo la dolorosa distorsione della settimana prima a Cecina. Una delle migliori notizie della serata del ritorno alla vittoria dopo lo stop di Cecina: gli ultimi 4-5 minuti non possono buttare via quanto visto fin lì. Se compreso con intelligenza, può arrivare da lì uno stimolo a continuare a lavorare ancora più forte, anche dopo una partita sempre in controllo.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)