sabato 10 settembre 2016

La stagione delle giovanili della Mens Sana ricomincia così

Uno staff implementato non solo in panchina, reclutamento dall'Italia e dall'estero, giocatori in comune con la prima squadra e altre società senesi, un campionato internazionale a cui partecipare, sponsor confermati e nuovi. Con il nuovo nome di Mens Sana Basketball Academy, e le novità che implica in termini organizzativi, è attorno a queste novità che è cominciata da due settimane la stagione del settore giovanile biancoverde.

Sul fronte del reclutamento, arrivano in foresteria (aperta l'anno scorso con otto posti) tre giocatori del 2002: l'all-around estone Jonaas Riismaa, il play Carlo Cappelletti fratello di Alessandro e il play/guardia Matteo Bogliardi da Santa Margherita Ligure, dove ha vinto lo scudetto 3contro3 Under 14. Sfumato il lungo serbo del 1999 Nenad Simic (a Trapani), il reclutamento potrebbe non essere finito, perché resta la necessità di un ragazzo che aggiunga un po' di fisicità e magari possa dare una mano in palestra alla prima squadra. Già oggi nel giro degli allenamenti di Griccioli ci sono i 1998 Leonardo Ceccarelli e Matteo Neri (rientrato dalla Pms) e i 1999 Luca Campori, Janko Cepic e Hugo Erkmaa, fresco reduce dal Basketball Without Borders.

***

La carrellata sui reclutati aiuta a spiegare l'alto livello che avrà la squadra Under 15. La allenerà Marco Armellini, mentre Michele Catalani allenerà Under 16, Under 18 e Under 20, queste ultime due come da accordi sotto il nome di Mens Sana Basket 1871. Dark side di questo nuovo assetto "societario" è che il confermato Nemanja Misljenovic, serbo di 201 centimetri, una delle punte di diamante del settore giovanile su cui è in programma un lavoro fisico mirato, Under 16 del 2001, non potrà giocare anche negli Under 18 perché sono due società diverse (e non esiste doppio tesseramento a livello giovanile). Attorno a lui e al citato Riismaa, non è comunque il talento che mancherà alla squadra Under 16, destinata però a pagare il fatto di essere sotto età, perché pensata attorno al gruppo Under 15 che giocherà entrambi i campionati.

La Under 18 non è più la squadra di Bucarelli e quest'anno rischia di pagare il deficit fisico, mancando sicuramente di centimetri. Ma che comunque attorno almeno a Erkmaa, Cepic e Campori ha una sua competitività. Alcuni di questi ragazzi andranno a rinforzare il gruppo Under 20, in cui il prestito di due ragazzi della Virtus, Paolo Manganelli e Giorgio Mucci, integrerà il nucleo con Valerio Angeli, Niccolò Tonini, Leonardo Ceccarelli, Leonardo Campelli (in doppio tesseramento con l'Asciano, per ora da solo) e il citato Matteo Neri (in doppio tesseramento con la Virtus).

***
Fin qui le squadre in campo, poi c'è quella fuori dal campo. Dove è arrivato da Mestre Francesco Tubiana, che affiancherà Marco Armellini nella gestione della foresteria e dell'extra-campo. Perché sia chiaro da subito, dall'inizio di questa esperienza all'interno di una nuova struttura, quali sono le figure che un domani ci devono essere, è stato inserito un medico, c'è una psicologa dello sport per un progetto a lungo termine, e il colpo è il fisioterapista: Sebastiano Cencini, già alla Mens Sana ai tempi dell'A1 e dell'Eurolega, reduce dai Giochi di Rio con la Nazionale di pallavolo, che già stava guardando al rientro su Siena per la propria attività professionale.

Tirando le somme, sebbene molti lo facciano evidentemente per passione e non certo per denaro, che non abbonda, la Mens Sana Academy nasce avendo destinato alla struttura, allo staff, il 35-40% del proprio budget. Una bella fetta, anche una dichiarazione programmatica, un biglietto da visita.

***

E' più o meno la stessa fetta del budget, girando la prospettiva, che arriverà dai due main sponsor delle giovanili. Questi due sponsor principali sono quelli che, secondo i laboriosi accordi tra le parti, avranno visibilità sul campo da gioco anche per le partite della prima squadra. Anche dalla pagina Facebook dell'Academy non è difficile capire che uno dei due sponsor è Simply, che c'è praticamente da sempre. L'altro è un'azienda di sicurezza del territorio. Una conferenza stampa lunedì mattina svelerà nomi, programmi, idee, iniziative.

Per ammortizzare il resto delle spese, la Polisportiva pare riuscita a trovare un po' di risorse per la parte di sua competenza (il 30% del budget, fino a un massimo di 60mila, è di pertinenza della MSB 1871). Il progetto già è vendibile e attrattivo di per sé per le connotazioni che si porta dietro: i giovani, Siena, la Mens Sana, uno staff di livello. A cercare risorse aiuta anche la partecipazione a una sorta di campionato europeo giovanile, la European Youth Basketball League, di cui la Academy risulta già aver ottenuto una licenza per il torneo Under 15, e iscritta in un girone con gli estoni del Raplamaa, i lituani del BS Vilnius KM e i lettoni del Keizars/Vef Riga. Ci sarà modo di parlarne.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)