giovedì 20 luglio 2017

Uscita dal Time Out

Una parola definitiva se non su tutte, almeno su molte, delle posizioni di rilievo nell'inchiesta penale Time Out sui conti della vecchia Mens Sana Basket sarà scritta il prossimo 16 novembre. E' allora che - se non ci saranno ancora difetti di notifica, astensioni dei penalisti o scioperi universali - sarà chiamata a esprimersi il gup Roberta Malavasi.

E' infatti in sede di udienza preliminare che come preventivato da tempo almeno sei, ma probabilmente otto, delle 14 persone coinvolte, hanno scelto che si decida la loro sorte giudiziaria. Udienza preliminare di cui si tireranno le fila tra quattro mesi, ovvero nove mesi dopo il primo approdo in aula e venti mesi dopo la conclusione delle indagini iniziate oltre cinque anni e mezzo fa. Con in mezzo un fallimento e un processo sportivo, celebrato fino al terzo grado e poi annullato.

Per un sunto delle novità di giornata rimandiamo alla ricostruzione con dovizia di particolari dal collega Cristian Lamorte di agenziaimpress. Partendo da quello, è possibile provare a delineare gli scenari futuri dopo queste ulteriori due ore e mezzo in aula. Il 16 novembre, quando è stata messa in calendario l'ultima udienza, la gup si esprimerà sul rinvio a giudizio o meno, e quindi se si andrà o meno a processo, per le persone che non hanno scelto riti alternativi (al momento Cesare Lazzeroni, Federica Minucci, Pierluigi Zagni, Rosanna Mereu e Stefano Bisi, di cui il pm Antonino Nastasi ha già discusso la posizione). Pronuncerà la sentenza nei confronti di chi ha scelto il giudizio immediato (al momento Stefano Sammarini e Nicola Lombardini della Essedue Promotion), ovvero chi ha scelto di essere giudicato in base alle carte raccolte finora, nelle indagini preliminari, godendo poi dello sconto di un terzo della pena.

E infine valuterà quel giorno se sono congrue o meno le richieste di patteggiamento presentate in accordo tra le persone coinvolte e la Procura. Sono quattro. La condizionale sospende la pena fino a due anni di condanna, e sarebbe il caso di Anselmi e Menghetti (il secondo senza risarcimenti, visto che a lui non è contestata la bancarotta fraudolenta). I tre anni di Serpi e Finetti si possono risolvere con un anno di affidamento ai servizi sociali e poi sospensione della pena, in entrambi i casi con assegno di risarcimento già scritto a beneficio della curatela fallimentare.

Curatela fallimentare che è rimasta insieme alla Fises, già socio di minoranza, e a un ex dipendente, l'unica parte civile ammessa dopo - una delle grandi sorprese della giornata - è stata invece esclusa la Banca Mps, con aspirazioni a rifarsi sulla vecchia MSB per l'accusa di accesso abusivo al credito. L'ufficio legale della Banca avrebbe dato mandato a un ufficio esterno non competente per la richiesta di costituzione civile, dunque respinta per un vizio di forma. Un bell'autogol da parte di uno degli attori più attesi, visto anche che è lì che viene fatta risalire la genesi dell'inchiesta. Un altro degli attori più attesi, la Polisportiva, già socio di maggioranza all'87%, ricordiamo che non ha mai presentato richiesta di costituzione come parte civile, a dispetto di antiche delibere di Giunta al riguardo.

E' stata messa in calendario per il 19 ottobre la discussione per chi ha scelto il giudizio immediato e anche l'annuncio della strada processuale scelta da Alessandro Terenzi, della Essedue, e Ferdinando Minucci. Dato in predicato di preferenza per un rito alternativo, come gli altri quattro ex dirigenti mensanini, l'ex massimo dirigente dirà il 19 ottobre se sceglierà di andare a giudizio o più probabilmente di richiedere il giudizio immediato o di presentare una richiesta di patteggiamento, se nel frattempo matureranno i presupposti per un accordo con la Procura sull'entità non solo della pena ma anche del risarcimento. Il patteggiamento è di fatto un'ammissione di colpevolezza che permette di accedere a una riduzione fino a un terzo della pena.

Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (24) Anichini (28) associazione (50) avversari (137) Bagatta (7) Binella (15) Catalani (3) città (1) Coldebella (2) Comune (10) consorzio (64) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (47) Fortitudo (1) Frullanti (24) giovanili (27) Griccioli (12) inchiesta (64) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (33) Macchi (4) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (92) mercato (77) Minucci (26) Moretti (2) Nba (2) Pianigiani (4) Polisportiva (39) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (26) Serie A (3) società (36) sponsor (25) statistiche (91) sul campo (392) Tafani (11) tifosi (79) titoli (21) trasferte (22) Viviani (3)