domenica 12 febbraio 2017

In sicurezza

Salva sul campo, con 9 giornate di fronte e 24 punti già raggiunti, che sono il doppio rispetto a chi è in zona retrocessione. In attesa che la messa in sicurezza anche fuori dal campo venga messa nero su bianco (fino ad allora parlarne non conta). Battendo Agrigento 79-72 grazie anche alla capacità di soffrire, la Mens Sana rivaluta, con uno degli scalpi più prestigiosi del girone, il periodo delle quattro vittorie di fila che aveva preceduto la sconfitta di Treviglio. Col senno di poi, più di quanto permetta di capire il pathos del momento, potrebbe essere ricordata come una serata importante nella storia della stagione della Mens Sana.

IL GIOCATORE
Jonathan Tavernari. Sì, ha fatto 2/10 da tre. Ma la sua sola presenza costringe la difesa a rispettarlo. E oltretutto adesso segna. I 18 punti con Agrigento sono la seconda prestazione stagionale, come i 7 rimbalzi. E' quello che ci si aspettava da lui, ma non è una novità. Nelle ultime otto partite, tutte in doppia cifra, ha 14 punti di media: tutt'altra musica rispetto agli 8.5 delle prime 13 partite. In queste otto partite ha segnato 19 triple (su 53), quasi quante nelle precedenti tredici (21, su 67). E' l'uomo del giorno anche per come ha chiuso la serata, quando più serviva (vedi sotto), dopo che già sul primo ritorno di Agrigento dal -12 al -6 sul finire di terzo quarto aveva messo 8 punti di fila per far entrare la Mens Sana nel quarto periodo sul +10. Otto partite, consecutive, sono abbondantemente sufficienti che adesso c'è anche Jonathan, a bordo.

IL MOMENTO DECISIVO
La Mens Sana è stata sempre in vantaggio, ha sempre avuto la partita in mano. Ma aver perso i due americani per falli a metà quarto periodo è una brutta botta per chi trae da loro i giochi e le giocate più importanti, nonché il 47.8% dei punti di squadra. In quel momento Agrigento era rientrata dal -15 di inizio secondo tempo fino al -6. La Mens Sana ha tenuto fino all'ultimo minuto. Quando Agrigento ha accorciato sul -4. Qui Tavernari è andato a subire fallo, ha fatto 1/2, ha visto sbagliare Buford, ha preso il rimbalzo ed è andato a prendere un altro fallo per il 2/2 dalla lunetta che ha allungato il divario a tre possessi di distanza a 30 secondi dalla fine.

LA STATISTICA
Capacità di soffrire ma non solo, anzi. Pur continuando a tirare molto male da tre, con 20 errori su 26 tiri (è andata peggio solo tre volte, in una stagione non certo scintillante nella specialità), la Mens Sana ha chiuso con 79 punti. Negli ultimi quattro mesi, la Mens Sana ha fatto meglio solo nella serata dei 93 punti contro Tortona. E solo con Tortona e un altro paio di volte la Mens Sana ha tirato meglio del 59% da due (23/39) contro Agrigento.

LA CHIAVE
La capacità di trovare risorse al proprio interno, non in maniera estemporanea ma attraverso una loro maturazione, per superare le varie difficoltà: le assenze dall'inizio (Bucarelli, per altre tre settimane), quelle maturate a partita in corso (le uscite per falli di Harrell, seconda partita su quattro sotto la doppia cifra, e Myers), quelle con cui convivere legate agli acciacchi (Myers appunto, e Saccaggi). Ma Mascolo continua a essere in crescita, e Vildera (anche da lui mattoncini importanti nella resistenza finale) è ormai una certezza: in 20 minuti, 10 punti, con l'80% al tiro, e 6 rimbalzi, di cui la metà in attacco, più 3 recuperi. Con una vitalità, una presenza e un'energia che non vanno nelle statistiche. Con scampoli di contributo anche da Pichi e Masciarelli.

LA DICHIARAZIONE
Giulio Griccioli, coach Mens Sana: "Le ultime tre settimane sono state molto difficili dal punto di vista personale e professionale come quelle successive all'infortunio di Cappelletti. Tutte le squadre devono fare un percorso, ma per noi è molto più lungo perché maggiori erano i nostri margini di miglioramento rispetto ad altre squadre che partivano più forte di noi. In parte li abbiamo esplorati, nonostante le interruzioni siamo cresciuti. Ora torniamo a fare fatica a tenere il ritmo che avevamo ritrovato dopo l'ambientamento di Mascolo. Spero che i nostri problemi si risolvano presto perché per me abbiamo ancora margini di miglioramento anche se siamo molto in là nella stagione. Sono contento, ma frustrato da questa situazione, perché so che avremmo potuto fare di più se fossimo stati in condizione. Ora stiamo facendo il massimo possibile, tutti fanno passi avanti ed è il sintomo del fatto che la squadra lavora, e produce miglioramento".

LE ALTRE
I 12 punti di vantaggio sulla zona playout a 9 giornate dalla fine dicono che a questo punto si può anche smettere di guardare indietro dopo ogni partita. Per guardare dove non è chiaro. Il confine tra dentro e fuori zona playoff è solo due punti sotto i 24 della Mens Sana, perché a 22 si dividono ottavo e nono posto la Virtus Roma, che ha perso al supplementare a Latina (che resta a pari con la Mens Sana) e Trapani, che all'overtime ha invece battuto Treviglio. Tortona, vittoriosa su Ferentino, resta seconda da sola a quota 28, perché anche Legnano rimane a 26 dopo la sconfitta a Scafati. I campani continuano a risalire, staccando a +2 su Agropoli (sconfitta a Biella) e raggiungendo a pari punti Reggio Calabria (sconfitta in casa da Casale), per mettere ora nel mirino più Ferentino (distante 4 punti) che Rieti (distante 6 punti e in forma, capace di vincere anche in casa di Eurobasket). Un po' di tessere stanno tornando al loro posto.



Nessun commento:

Posta un commento

gli argomenti

altre senesi (66) Anichini (46) Asciano (12) associazione (59) avversari (138) Bagatta (7) baskin (1) Binella (16) Catalani (3) città (12) Coldebella (2) Colle (15) Comune (18) consorzio (69) Costone (21) Crespi (8) De Santis (2) Decandia (1) Eurolega (2) ex (48) Fortitudo (1) Frullanti (66) giovanili (36) Griccioli (12) inchiesta (69) infortuni (5) iniziative (5) Lnp (35) Macchi (29) Mandriani (17) Marruganti (20) Mecacci (18) media (10) Mens Sana Basket (96) mercato (88) Minucci (27) Moretti (3) Nba (2) pagelle (2) palazzetto (2) personaggi (10) Pianigiani (4) Poggibonsi (9) Polisportiva (50) ramagli (19) Ricci (21) riposo (2) Salvadori (41) Serie A (3) Sguerri (12) società (75) sponsor (27) statistiche (105) sul campo (500) Tafani (11) tecnica (3) tifosi (92) titoli (21) trasferte (22) Virtus (31) Viviani (3)